Sei a 0.0 dalla spedizione gartuita.

LA STORIA DEL CBD

Radici della pianta di cannabis

La pianta di cannabis è originaria del subcontinente indiano (Asia centrale). La sua prima coltivazione è iniziata circa 10.000-12.000 anni fa. Probabilmente lo usavano per la fibra tessile. È difficile individuare esattamente quando è iniziato l'uso del CBD, ma sappiamo che è stato diverse migliaia di anni fa.

Il primo uso documentato di medicina derivata dalla cannabis risale al 2737 a.C. da parte dell'imperatore cinese Sheng Nung. Ha bevuto tè alla cannabis. Si credeva che curasse la gotta, la malaria e i reumatismi. Una raccolta medica cinese dell'1 d.C. menziona la cannabis come cura per oltre 100 problemi medici.

È interessante notare che il primo utilizzo della cannabis per la cura della pelle può essere fatto risalire all'antico Egitto. Il faraone Ramses II, che regnò dal 1279 al 1213 a.C., era un entusiasta consumatore di cannabis e incoraggiò altri a fare uso della pianta.


Passando a tempi più moderni

Nel 1500, il re Filippo di Spagna organizzò la coltivazione della canapa in tutto l'impero, introducendo i prodotti nella società moderna.

La canapa era considerata una coltura essenziale durante il regno di re Enrico VIII. Ha multato gli agricoltori per non aver coltivato la canapa nel 1553.

Anche la regina Vittoria usò il CBD per alleviare i crampi mestruali durante il suo regno, che terminò nel 1901.

Nonostante alcuni divieti, la maggior parte dei paesi ha accettato l'uso della cannabis fino all'inizio del XX secolo.


Negli ultimi 100 anni

Nel corso della storia, la cannabis è stata una preziosa risorsa terapeutica. Tuttavia, durante l'ascesa della medicina moderna, non è stato riconosciuto dalla maggior parte della comunità medica a causa della mancanza di prove scientifiche.

Il CBD fu scoperto per la prima volta nel 1940 da Roger Adams. Ha isolato il CBD (e il CBN) dalla pianta di canapa. Tuttavia, quando ha separato il CBD come composto chimico isolato dal resto della pianta, non ha descritto esattamente la sua struttura chimica.

Anni dopo, nel 1963, uno scienziato israeliano, il dottor Raphael Mechoulam, identificò la struttura del CBD. La sua ricerca gli è valsa il titolo di "Padrino della ricerca sulla cannabis".

Nel 1988, Allyn Howlet e William Devane furono i primi a scoprire un recettore dei cannabinoidi. Questo li ha fatti capire che se il corpo aveva i recettori dei cannabinoidi, doveva produrli naturalmente.

Nel 1992, insieme a Devane, Lumir Hanus e altri, Mechoulam scoprì il 2-AG e l'anandamide, due dei principali cannabinoidi prodotti dall'organismo. È stata un'ottima notizia per quanto riguarda il riconoscimento da parte del governo del CBD come medicina efficace e ha aperto la porta a una maggiore accettazione del CBD.

Le principali scoperte scientifiche lungo il percorso hanno sbloccato un nuovo supporto per il cannabidiolo. Ciò include la scoperta dell'ECS e l'idea che il CBD potrebbe aiutare le persone con epilessia. Entro il 2020, il valore globale dell'industria del CBD è stato stimato in oltre 2,5 miliardi di euro, ed è solo all'inizio.

Il futuro del CBD

Mentre le antiche civiltà celebravano la cannabis e la canapa, il 21° secolo ha portato a una percezione contrastante. Solo due aree ostacolano la progressione del CBD come erba medicinale: lo stigma associato alla cannabis e la mancanza di ricerca clinica sui suoi usi terapeutici. Un cambiamento nell'orientamento mentale degli scienziati e del pubblico segnerà l'inizio di un nuovo percorso per il CBD e gli integratori derivati dalla canapa.

Le stime variano, ma il valore del mercato del CBD potrebbe superare i 10 miliardi di euro in tutto il mondo entro il 2028.


Source:
www.pharmahemp.com


Inseriamo automaticamente i cookie necessari sul tuo dispositivo quando visiti il nostro sito Web in modo che tutto possa essere visualizzato e funzionare correttamente. Se scegli l'opzione "accetta tutto" inseriamo i cookie analitici e di marketing che non sono necessari sul tuo dispositivo. Questi cookie raccolgono e analizzano diverse informazioni sulle tue interazioni con il nostro sito ed altri siti per scopi pubblicitari mirati.

Clicca sul pulsante Accetta tutto per accettare l'uso di tutti i tipi di cookie. Per disattivare i cookie non essenziali clicca Rifiuta tutto. Consulta la nostra Cookie Policy per saperne di più.

×
Gestione dei cookies sul sito web MITRUTRADE - Health & Care
Cookie strettamente necessari

I cookie strettamente necessari sono essenziali per il corretto funzionamento del sito web e senza di essi la trasmissione di messaggi nella rete di comunicazione non sarebbe possibile. Questi cookie sono necessari anche per offrirvi i servizi disponibili sul nostro sito web. Questi cookie consentono di accedere al proprio profilo utente, selezionare la lingua, accettare i termini e identificare la sessione utente.Per questi cookie non serve il consenso dell'utente.

Cookie analitici

Questi cookie ci aiutano a raccogliere informazioni su come viene utilizzato il nostro sito web. Questo ci aiuta a migliorare l'esperienza degli utenti e ad identificare le loro esigenze e tendenze. Questi cookie vengono utilizzati solo con l’esplicito consenso dell’utente.

Cookie pubblicitari

I plug-in e gli strumenti di terze parti utilizzati come cookie consentono il funzionamento delle funzionalità, aiutano ad analizzare la frequenza delle visite e il modo in cui vengono utilizzati i siti web. Se l’utente non acconsente all'uso di questi cookie, non verranno installati. In questo caso alcune funzionalità del sito web potrebbero non essere disponibili. Questi cookie vengono utilizzati solo con l’esplicito consenso dell’utente.

Cookie di social network

Consentono di fornire contenuti che vengono pubblicati sui social network e di registrare le vostre decisioni in modo da fornire un'esperienza utente più personale e migliorata. Utilizziamo questi cookie solo se avete effettuato l'accesso a un account utente Twitter, Facebook o Google quando utilizzi il sito web.

1. Informativa generale sui cookie 1.1. Cosa sono i cookie?

I cookie sono piccoli file di testo che la maggior parte dei siti web moderni memorizza sui dispositivi degli utenti, ovvero delle persone che utilizzano i loro dispositivi per accedere a determinati siti web su Internet. La loro memorizzazione è sotto il completocontrollo dell'utente, il quale può limitare o disabilitare la memorizzazione dei cookie nel proprio browser.

Alcuni cookie che permettono di registrare vari dati vengono memorizzati sul computer, sul tablet o sullo smartphone dell’utente, automaticamente o con il suo esplicito consenso.

1.2. Come funzionano e perché sono necessari?

Ad ogni visitatore o acquirente viene assegnato un cookie per poterlo identificare e consentire la sua tracciabilità all'inizio di ogni utilizzo del negozio online. I server forniti dal subappaltatore raccolgono automaticamente dati su come i visitatori, i commercianti o gli acquirenti utilizzano il negozio online e memorizzano questi dati sotto forma di registro delle attività (i cosiddetti »activity log«).

I server memorizzano informazioni sull'utilizzo del negozio online, le statistiche e i numeri IP. I dati sull'utilizzo del negozio online da parte degli acquirenti possono essere utilizzati dall’azienda per elaborazioni statistiche anonime, che servono a migliorare l'esperienza dell'utente e per la commercializzazione di prodotti e/o servizi attraverso il negozio online. Indirettamente e con il previo consenso dell’utente, il negozio online può memorizzare anche cookie di servizi esterni (ad es. Google Analytics) sul dispositivo del visitatore o dell'acquirente, che servono a raccogliere dati sulle visite al sito. Per i servizi esterni si applicano le regole e i termini generali sul trattamento dei dati personali, disponibili ai link sottostanti.

2. Autorizzazione all'uso dei cookie

Se l’impostazione predefinita del browser con cui visitate il sito web prevede di accettare tutti i cookie, significa che acconsentite al loro utilizzo. Se non volete utilizzare i cookie su questo sito web o se desiderate rimuoverli, seguite la procedura descritta sotto. La rimozione o il blocco dei cookie può causare il funzionamento non ottimale di questo sito web.

3. Cookie strettamente necessari e facoltativi e il vostro consens 3.1. L'azienda non è tenuta a ottenere il consenso dell'utente per l'utilizzo dei cookie strettamente necessari:

I cookie strettamente necessari sono essenziali per il corretto funzionamento del sito web e senza di essi la trasmissione di messaggi nella rete di comunicazione non sarebbe possibile. Questi cookie sono necessari anche per offrirvi i servizi disponibili sul nostro sito web. Questi cookie consentono di accedere al proprio profilo utente, selezionare la lingua, accettare i termini e identificare la sessione utente..

3.2. Cookie che non sono necessari dal punto di vista del normale funzionamento del sito web, e per i quali dobbiamo ottenere il vostro consenso (cookie facoltativi):

Cookie analitici

Questi cookie ci aiutano a raccogliere informazioni su come viene utilizzato il nostro sito web. Questo ci aiuta a migliorare l'esperienza degli utenti e ad identificare le loro esigenze e tendenze.Questi cookie vengono utilizzati solo con l’esplicito consenso dell’utente.

Cookie pubblicitari

I plug-in e gli strumenti di terze parti utilizzati come cookie consentono il funzionamento delle funzionalità, aiutano ad analizzare la frequenza delle visite e il modo in cui vengono utilizzati i siti web. Se l’utente non acconsente all'uso di questi cookie, non verranno installati. In questo caso alcune funzionalità del sito web potrebbero non essere disponibili.Questi cookie vengono utilizzati solo con l’esplicito consenso dell’utente.

Cookie di social network

Consentono di fornire contenuti che vengono pubblicati sui social network e di registrare le vostre decisioni in modo da fornire un'esperienza utente più personale e migliorata. Utilizziamo questi cookie solo se avete effettuato l'accesso a un account utente Twitter, Facebook o Google quando utilizzate il sito web.

4. Come si modificano le impostazioni dei cookies?

È possibile gestire i cookie facendo clic sul collegamento "Impostazione dei cookie" nel footer della pagina del sito.

Si può anche controllare e modificare le impostazioni dei cookie nel proprio browser web.

IPer eliminare i cookie dal proprio dispositivo, seguite attentamente le procedure descritte, ma tenete conto che facendo così molto probabilmente limiterete la funzionalità non solo del nostro sito web, ma anche della maggior parte degli altri siti web, poiché l'uso dei cookie è una costante nella stragrande maggioranza dei siti web moderni.